il primo sito non ufficiale dedicato alla Lucchese

LUCCHESE - MACERATESE 1-2

Sagra degli errori, questo pomeriggio al Porta Elisa, dove la Lucchese fallisce l'ennesima prova di maturità e rimanda, a data da destinarsi, qualsiasi sogno di gloria.

Ogni qual volta la Pantera deve dare la zampata decisiva, fallisce l'appuntamento con prestazioni che lasciano basito il popolo rossonero, sconcertato da questo andamento oscillante e non solo di risultati, ma di prestazioni.

Oggi, come se non bastasse, ci si è messa anche la sfortuna che ha tolto di mezzo due terzi del centrocampo titolare; con Mingazzini e Monacizzo fermi ai box, i rossoneri si sono presentati con Palomeque e Calcagni.

Centrocampo da ridisegnare, d'accordo, ma non ci è piaciuto il valzer degli esterni bassi di difesa causa, tra l'altro, di entrambe le reti della Maceratese.

Palomeque (destro) a sinistra si è trovato a mal partito, da subito, con D'Anna. Stessa musica quando, sulla sinistra, è stato spostato Benvenga. Prendere un terzino sinistro....sinistro, se non si ha fiducia in Ashong, è così difficile? Sembrerebbe di si......

Calcagni (non giocava da tempo) non è stato all'altezza del brillante Monacizzo (fallendo anche un gol clamoroso, con la palla stampata sul palo a due metri dalla porta vuota) mentre davanti Maritato è sembrato lontano anni luce da una condizione atletica ottimale e, per la seconda domenica consecutiva, non ha dato praticamente niente alla causa rossonera. Non pervenuto.

Se ci mettiamo anche la papera di Di Masi sul primo gol e la giornata da dimenticare di Lorenzini, tra scivoloni e leggerezze che sono costati un gol e un quasi gol (clamoroso il gol fallito da D'Anna solo davanti alla porta spalancata....) si capisce bene come per la Lucchese di oggi non ci potessero essere speranze.

La Maceratese, si sapeva, ha giocato sulle ripartenze e, nonostante si sapesse, i ragazzi di Lopez si sono fatti infilare come dei polli in entrambe le reti e non solo.

Ci dicono di un Presidente Bacci tra il depresso e l'incazzato; forse si aspettava di più da questo mercato di riparazione dove, per il momento, nessun elemento dei nuovi sembra far fare il tanto agognato salto di qualità a questa squadra, in un girone (lo ripetiamo) ridicolo, per la qualità delle contendenti, per la situazione di squadre come la Carrarese, ormai di fronte ad un fallimento controllato con relativo fuggi fuggi di buona parte della rosa e per tutte le penalizzazioni comminate e da comminare.

Il mercato, per la verità, chiuderà i battenti lunedì prossimo, ma non crediamo ci siano molti stravolgimenti in casa rossonera; troppi “pesi morti” gravano sul la rosa della Lucchese e non sarà facile piazzare alcuni giocatori che, oltre tutto, non vogliono scendere di categoria e, forti del contratto, non accettano alcune destinazioni.

Un cinque come voto di squadra, con alcuni elementi che sono andati anche sotto; buone le prove dei “soliti” Terrani e Fanucchi (non ci sono più parole per il forte trequartista...peccato che domenica prossima non ci sarà...) e di Botta.

Due trasferte consecutive attendono la Lucchese (Siena e Prato) al termine di quelle famose sei giornate, che avrebbero dovuto dirci il reale valore di questa squadra; quattro punti nelle quattro partite disputate, sono una media misera, da retrocessione.

Vediamo con quanti punti torneranno i rossoneri dai due derby, dopodichè potremo tirare un bilancio (quasi) definitivo.

Giulio Castagnoli   

Club Cuore Rossonero A.S.D. - Via Romana, 74-76 54012 Capannori (LU) - C.F 92038650468 P.IVA 02099850469