il primo sito non ufficiale dedicato alla Lucchese

LUCCHESE - PISA 1-1

Finisce 1-1 il rocambolesco e pirotecnico “derby del Foro”; un risultato che serve molto alla Lucchese e poco al Pisa, specialmente dopo le vittorie di Spal e Maceratese.

Succede un po' l'esatto contrario della gara dell'andata, dove una Lucchese sontuosa annichilì un Pisa “suonato” come un pugile in attesa del colpo del ko; soltanto la dea bendata (sotto forma di episodi) e qualche decisione arbitrale a favore dei neroazzurri, permisero alla squadra di Gattuso non solo di pareggiare, ma addirittura di vincere una partita praticamente persa!

Succede...........

Oggi, ad onor del vero, il Pisa ha giocato meglio, ha avuto le migliori occasioni e può recriminare......ma, come si dice.......è il bello del calcio.......

Quello che lascia interdetti, è sentire/leggere le interviste del dopo gara in casa pisana; la Lucchese avrebbe usato metodi che andavano di moda nel calcio di trent'anni fa.....la Lucchese avrebbe preparato la trappola tutta la settimana.......la Lucchese ha messo la gara sul piano della provocazione e della rissa........

No signori. La Lucchese ha semplicemente sfruttato i regali altrui (come il Pisa all'andata...); i rossoneri, inoltre, non sono capaci di fare del male nemmeno ad una mosca e lo hanno dimostrato nell'intera stagione, per cui certe accuse sono fuori luogo.

Non si capisce nemmeno tanta spocchia e tanta presunzione da chi, probabilmente, qualcosa di losco e/o poco chiaro ha combinato (leggasi vicenda della fidejussione); o forse tanto nervosismo dipende anche da quello?

Giovedì ne sapremo di più......

La partita è stata appassionante ed emozionante ma, come ogni gara sentita, non bella; il Pisa è più forte e non ci vuole Albert Einstein per capirlo.

Una squadra cattiva e fisicamente dotata, come si addice al calcio moderno, l'esatto contrario della Lucchese, costruita (male anche in questa caratteristica) forse per un campionato di Subbuteo.

Nella prima frazione è quasi un monologo dei ragazzi di Gattuso; Di Masi deve intervenire in almeno tre circostanze, mentre Brunelli viene “solleticato” soltanto da una conclusione da fuori di Monacizzo.

Al minuto 19' Nolè vede i sorci verdi (per fortuna non il cartellino rosso.....) quando vede Cani sfrecciargli accanto; l'arbitro mostra il giallo al terzino-capitano tra le proteste pisane.

Al 27' il Pisa passa in vantaggio con Cani che si inserisce nella morbida difesa lucchese e batte facilmente Di Masi con un colpo di testa.

Conoscendo alla perfezione il “potenziale”offensivo dei rossoneri, soltanto un miracolo può rimettere in piedi la gara.......e lo scoramento pervade il popolo rossonero.

I ragazzi di mister Galderisi ci provano, sospinti da un gran tifo (ancora complimenti alla Ovest, non solo per la coreografia iniziale); alcune mischie sui calci piazzati, ma poco danno agli avversari.

Ad inizio ripresa sono ancora gli ospiti a legittimare il vantaggio con Mannini che calcia largo in diagonale e con un paio di traversoni che attraversano tutta l'area, senza trovare il tap-in vincente.

Al minuto 11' Botta calcia un angolo, Brunelli sembra in uscita sicura ma riesce soltanto a smorzare la sfera che cade sui piedi di Maritato lesto a buttarla in rete; delirio al Porta Elisa!!

I rossoneri si trasformano (e qui si evince un altro errore di costruzione), prendono coraggio, ritrovano forza nelle gambe e credono nel ribaltone; quando al 19' Crescenzi becca il cartellino rosso per una manata sul viso a Di Masi, l'impresa sembra possibile.

Ora il Porta Elisa spinge e la tensione in campo si taglia con il coltello...

Mannini stende Benvenga e scoppia una rissa tra le due panchine; stavolta ne fa le spese Avogadri: rosso.

I rossoneri ci provano con Terrani, con Monacizzo che sfiora l'incrocio e, nel recupero, con Benvenga che spara alto da buona posizione.

Prima del trilpice fischio c'è tempo per una mezza topica difensiva (rossonera) che per poco non vanifica il tutto e regale la vittoria al Pisa; la puntata di Montella va fuori di poco.

Finisce 1-1 con i rossoneri che festeggiano il buon punto e con i neroazzurri nervosissimi; all'andata successe l'esatto contrario.....

Un sei come voto di squadra, con Di Masi, Nolè, Botta e Monacizzo che meritano qualcosa di più.

A Lucchesi dico.....non è da grandi dirigenti lanciare accuse agli altri, soprattutto quando si ha la “spada di Damocle” sulla testa.....

A Gattuso (molto onesto nelle sue disamine) dico......alcune volte avere il sangue agli occhi annebbia la vista e giocare con il coltello tra i denti, oltre che essere fuori regolamento, può portare ad autoferirsi......

Con la presunzione, con la prepotenza e con la spocchia non si vincono i campionati......

Giulio Castagnoli  

Club Cuore Rossonero A.S.D. - Via Romana, 74-76 54012 Capannori (LU) - C.F 92038650468 P.IVA 02099850469