il primo sito non ufficiale dedicato alla Lucchese

LUCCHESE - TUTTOCUOIO 2-0

La Lucchese vede la salvezza diretta dopo la vittoria al Porta Elisa.

Il 2-0 inflitto al Tuttocuoio (stesso risultato dell'andata), mette i rossoneri con un margine di quattro punti, sul quint'ultimo posto e a questo punto l'agognata salvezza è veramente dietro l'angolo.

La gara, giocata su un campo pesantissimo, è partita con gli ospiti a farla da padrone; molto più fisici gli uomini di mister Lucarelli, con i bestioni Kristo e C. a menare la danza.

Un paio di occasioni per gli ospiti, mettono in apprensione i tifosi.

La Lucchese, non proprio una squadra di “cuor di leoni”, annaspa.

Al minuto 14' un retropassaggio di Calcagni a Di Masi rischia di compromettere la gara; la palla si ferma sul terreno inzuppato e solo un'uscita kamikaze del portiere rossonero, evita il peggio.

Nello scontro con il colosso Kristo, Di Masi rischia il ginocchio e devono intervenire i sanitari.

I rossoneri passano in vantaggio alla prima occasione; percussione centrale di Pozzebon che allarga per Terrani sul vertice dell'area, con l'esterno lucchese che controlla, salta un difensore e spara nell'angolo lontano.

Gli ospiti, privi dei due centrocampisti di spicco Simone Calvano ed Andrea Caponi, sbandano; Terrani colpisce la parte superiore della traversa e dopo pochi minuti, su cross dalla destra di Benvenga, un autentico svarione della difesa centrale, permette a Pozzebon di controllare in mezzo all'area e di toccare di precisione nell'angolo lontano. E' il 2-0.

Lucchese brava e fortunata, Tuttocuoio sbadato.

Di Masi ci mette ancora una pezza dopo una mischia in area; i neroverdi ci provano ma la prima frazione si chiude con i rossoneri in doppio vantaggio.

La ripresa, complice il terreno, non ripropone i brillanti primi quarantacinque minuti e soltanto cinque ammonizioni regalano qualche sussulto.

La gara resta comunque aperta; un gol degli ospiti la riaprirebbe e ogni qual volta la Lucchese viene messa sotto pressione, barcolla.

Qualche mischia e un paio di punizioni preoccupano la difesa lucchese, ma alla fine il 2-0 non cambia e la preziosissima vittoria regala la (quasi) salvezza.

I ragazzi di mister Galderisi mettono cuore, grinta e vincono, a dimostrazione che tante, troppe partite sono state letteralmente regalate anche per un approccio morbido alla gara.

Un sei e mezzo come voto di squadra, con Di Masi, Nolè, Calcagni (già dato per sicuro alla corte del Pontedera...), Botta e Terrani che meritano qualcosa di più.

Soddisfazione a fine gara da parte di tutti, ma a tenere banco sono le parole del Presidente, stuzzicato sulla vicenda Galli.

Finalmente il numero uno rossonero è uscito dagli indugi e le ha cantate da dritto e da rovescio; a qualche motivazione che già conoscevamo, ne ha aggiunte altre che hanno lasciato, un po' tutti, a bocca aperta.

Onestamente pensavamo ad un Galli molto più “signore” (oltre che molto più competente) e la cosa ci dispiace; purtroppo per lui (e buon per noi) ha trovato un osso molto molto duro: il Presidente Bacci.

Quando Andrea Bacci esce allo scoperto dice sempre qualcosa di interessante; durante la conferenza stampa non volava una mosca e, oltre a difendere quel patrimonio denominato “Lucchese partecipazioni”, ha voluto riconoscere gli errori commessi, auspicandosi che siano stati “esperienze da non ripetere negli anni che verranno...”.

Come dire che Andrea Bacci non molla, anzi!

Anche Nicola Mingazzini, indiscusso professionista, le ha cantate più o meno direttamente all'ex D.G. Giovanni Galli; dice testualmente:” Dopo la sosta natalizia è iniziato un circolo vizioso, una sorta di caccia alle streghe (ricordiamo che la Lucchese di Lopez era a metà classifica). Dopo la sconfitta con la Maceratese, qualcuno è andato a cercare i colpevoli, destabilizzando l'ambiente ed in un gruppo mentalmente non forte, è deleterio...”.

Beh, cosa dire......una così lunga lista di danni, non la ricordavamo da tempo; la classifica ed i numeri in generale (compresi i numeri con il segno -€ davanti), etichettano la stagione 2015/2016 come una delle più disastrose sotto tutti i punti di vista.

La presunzione e l'arroganza non pagano e non portano da nessuna parte.

Giulio Castagnoli

Club Cuore Rossonero A.S.D. - Via Romana, 74-76 54012 Capannori (LU) - C.F 92038650468 P.IVA 02099850469