il primo sito non ufficiale dedicato alla Lucchese

LUCCHESE - VITERBESE 2-1

Una battaglia! Undici pantere riescono a vincere una partita combattuta, dove una mediocre terna arbitrale ha scontentato tutti, in particolare la Lucchese. Inizialmente la gara risulta bloccata, con poche azioni pericolose; si affrontano uno dei migliori attacchi del girone (quello rossonero) e una delle prime tre difese in europa (quella gialloblù) con soltanto cinque reti subite.

La neopromossa Viterbese è sicuramente la rivelazione del torneo, ma nelle ultime gare ha segnato il passo, rispetto alle prime in classifica, soprattutto dopo l'infortunio di Nando Sforzini. I laziali si confermano comunque un'ottima squadra; si difendono con ordine, compatti, con quasi tutti gli effettivi dietro la linea della palla, per poi ripartire con rapidissime azioni in contropiede.

La Lucchese gioca una gara intelligente e non scopre il fianco all'avversario; nonostante una supremazia abbastanza sterile degli ospiti, sono i rossoneri a passare in vantaggio intorno alla mezz'ora con un'azione fulminea. Nolè pesca magistralmente De Feo sull'out di destra, con l'esterno che entra in area e beffa Iannarilli sul palo lontano. Un gol bellissimo!

A questo punto della partita entra in scena anche il giovane portiere Nobile; il ragazzo compie un paio di interventi risolutivi e si guadagna sempre di più il posto da titolare.

Un altro "fenomeno" entra in scena: l'arbitro Capone di Palermo (uno più vicino non c'era??); inizialmente fa "l'inglese" sorvolando su falli macroscopici, poi si ricorda di avere in tasca i cartellini e li inizia a sventolare a caso. Ne fa le spese, per primo, Bruccini e sarà un'ammonizione pesante. A fine primo tempo altro show di Capone che sventola un cartellino giallo, invece che il rosso diretto, a Scardala che entra malissimo e in clamoroso ritardo su Cecchini che si stava involando in un pericoloso contropiede. Durante le proteste rossonere ne fanno le spese Dermaku e Nolè che beccano il cartellino giallo con l'arbitro in completa confusione.

E il Capone Moment anche ad inizio ripresa, quando restituisce il danno fatto alla Lucchese ammonendo Diop per una dubbia simulazione e interrompendo un'azione dei laziali conclusasi in gol! Tanto agonismo in campo e altri cartellini, ma poche azioni veramente pericolose.

Quando mancano quindici minuti alla fine, l'episodio che cambia la gara; Espeche perde un brutto pallone in uscita e sull'azione Bruccini è costretto a stendere un avversario sul limite dell'area. Secondo giallo e Lucchese in dieci a difendere il prezioso vantaggio. Al 39' altra castroneria della terna arbitrale che inverte clamorosamente un fallo laterale tra lo stupore di tutti i settori dello stadio; sulla rimessa pareggia Diop dopo una mischia. Tra i tifosi subentra la paura di non farcela a portare in porto almeno il pari.

Al 43' la Lucchese riparte in contropiede sull'asse Nolè-Terrani con l'esterno che vince un confronto sulla tre quarti, entra in area e salta l'avversario che lo stende; rigore netto. Caos totale in campo e tra le due panchine, ovviamente gestito malissimo dalla terna arbitrale. Stavolta, sempre a caso, vengono espulsi dalla panchina sia Di Masi che Galderisi.

Batte lo stesso Terrani che spiazza Iannarilli, per il tripudio del Porta Elisa! Nonostante quattro minuti di recupero la gara finisce con la vittoria rossonera. Un sei e mezzo come voto di squadra, con Nobile, Nolè, Dermaku, Maini, De Feo e Terrani che meritano qualcosa in più, a dimostrazione della buona prestazione di squadra.

Un Bacci apparentemente tranquillo e burlone ha "tranquillizzato" sull'altra importantissima partita (forse la più importante.....) che si "giocherà" domani. Personalmente credo che il Presidente, orgoglioso e allergico alle sconfitte, saprà mettere mano ad una situazione che inizia a creare apprensione e, come al solito, alza polveroni e fa perdere credibilità al Presidente stesso e a tutti i suoi collaboratori, Bettucci in primis. Continuo a dar fiducia a Bacci and friend.

Giulio Castagnoli

Club Cuore Rossonero A.S.D. - Via Romana, 74-76 54012 Capannori (LU) - C.F 92038650468 P.IVA 02099850469