il primo sito non ufficiale dedicato alla Lucchese

CARRARESE - LUCCHESE 1-1

Una Lucchese double face pareggia meritatamente il derby allo Stadio dei Marmi e continua la sua striscia di risultati utili arrivata, con oggi, a ben nove gare senza conoscere l’onta della sconfitta.

Peccato soltanto che i rossoneri regalino letteralmente tutta la prima frazione e si sveglino, giocando ad una porta, soltanto dopo aver subito lo svantaggio. Il primo tempo è a favore dei padroni di casa che in due-tre occasioni vanno vicini al bersaglio grosso (minuti 11’ 14’ 23’); un tiro di Floriano ben parato da Nobile, un gol sbagliato sempre da Floriano a due metri dalla porta e un gol annullato per fuorigioco.

La Lucchese? La bella addormentata nel bosco…..nessuna azione offensiva degna di nota, molti cross sbagliati, errori nel fraseggio a centrocampo, inutili lanci lunghi (sbagliati) e gravi errori nell’impostazione da parte della difesa (nell’occasione del gol annullato, Maini ha servito su un piatto d’argento la palla ad un avversario al limite dell’area….).

Niente, la Lucchese è rimasta negli spogliatoi; non c’entra il sintetico, non c’entrano le tre partite ravvicinate, non c’entra la rotazione degli uomini.

Ad inizio ripresa una topica di Maini da il là al cross sul quale si avventa Miracoli, per il vantaggio carrarese; tutto troppo facile, tutto troppo brutto.

Preso lo schiaffo, entra in campo la Lucchese.

Dal 50’ fino al 94’, è un monologo degli uomini di Galderisi che sfiorano almeno cinque gol, di cui due clamorosi! Ovviamente, complici i cambi ed il conseguente sbilanciamento in avanti alla ricerca del pareggio, i rossoneri prestano il fianco ad un paio di ripartenze dei padroni di casa, ma un Nobile monumentale congela il risultato e tiene a galla la sua squadra.

La Sagra del gol sfiorato, o sbagliato, la apre Bruccini che, su punizione, fa la barba al palo (60’), poi tocca a De Feo (64’) sfiorare il palo su cross dalla destra, poi a Forte che di testa, tutto solo, appoggia in mano a Lagomarsini (72’), poi ancora Forte che da centro area calcia sporco e il portiere para, infine tocca a Bruccini (74’) calciare a lato da dentro l’area dopo una bella azione tambureggiante.

La Lucchese ci prova in tutti i modi, mischie, calci d’angolo, un’infinità di cross che attraversano l’area senza trovare il tap in giusto. Galderisi, che nel frattempo aveva provato anche la carta Terrani, butta nella mischia anche Zecchinato, nell’estremo tentativo di dare centimetri e forza fisica, all’attacco rossonero.

Quando le lancette del cronometro segnano il minuto quarantatre, un bel cross dalla sinistra trova l’incornata del gigante Zecchinato; palla schiacciata a terra che supera l’estremo di casa a si avvia a gonfiare la rete…..Forte, per sicurezza, ribadisce in gol facendo esplodere i trecento tifosi giunti da Lucca! E’ una bolgia sotto il settore dei tifosi rossoneri, che coinvolge tutta la squadra e tutta la panchina.

Nei quattro minuti di recupero non succede niente e la Lucchese se ne torna con un pari meritato, che fa classifica e rinsalda il morale. Resta da capire che partita abbia visto il tecnico degli apuani Danesi……

Un sei come voto di squadra (il primo tempo è stato da cinque…), con alcune insufficienze; il voto più alto lo meritano Nobile, Bruccini e Nolè. Domenica prossima l’ultima gara del girone di andata contro il Giana Erminio; vincerla significherebbe girare ad almeno trenta punti (visto un altro punto di penalizzazione in arrivo…).

Un gran bel risultato che (speriamo…) faccia coppia con la partita più importante che si giocherà mertedì, di fronte al notaio….

Giulio Castagnoli

Club Cuore Rossonero A.S.D. - Via Romana, 74-76 54012 Capannori (LU) - C.F 92038650468 P.IVA 02099850469