il primo sito non ufficiale dedicato alla Lucchese

LUCCHESE - LIVORNO 0-0

Che peccato! Il derby contro il Livorno finisce a reti bianche; una gara combattutissima giocata su un terreno che, specie nel primo tempo, ha accusato la pioggia degli ultimi giorni ed è stato al limite della praticabilità. Un derby “vecchia maniera” con curve calorosissime, bellissima la Ovest colorata di fumogeni bianco-rosso-neri, tifo e sfottò senza sosta. La gara è abbastanza bloccata, il terreno permette pochi fraseggi ed entrambe le squadre preferiscono densità in mezzo al campo, dove spesso il pallone staziona. Fisicamente gli ospiti sembrano reggere meglio l’urto e le pesanti assenze di quattro titolari (per tre di loro, stagione finita), cinque considerando Gasbarro, non si vedono se non in fase di finalizzazione; infatti il Livorno gioca meglio, pur senza concludere mai pericolosamente a rete. La Lucchese è più “leggerina” e anch’essa, con Fanucchi schierato come finto centravanti, impensierisce Mazzoni soltanto con una doppia occasione (33’) prima con De Feo che va via sul filo del fuorigioco e calcia centrale con Mazzoni che ribatte al limite dell’area dove arriva Bruccini che a sua volta calcia angolato ma debole e Mazzoni arranca in due tempi. La Lucchese lascia l’iniziativa agli ospiti e cerca di far male affidandosi agli spunti di De Feo che, con il baricentro basso, resta attaccato al terreno di gioco. Al 40’ l’episodio che potrebbe cambiare le sorti del derby; la difesa lucchese non riesce a calciare lontano dalla propria porta in due-tre tentativi, la palla viene raccolta da Mendes che, in uscita dalla’area, viene toccato da dietro da Capuano, apparso ingenuo nell’occasione. L’arbitro, Amabile di Vicenza (stavolta non ci è piaciuto e non soltanto per il rigore….) indica il dischetto; sulla sfera si presenta l’ex Maritato, reduce da un rigore sbagliato domenica scorsa contro il Como. Rincorsa e tiro sulla destra di Nobile, con il giovane portierino che si butta e para il penalty! Si esulta, giustamente, come per un gol! Nobile si guadagna ancora una volta i complimenti, salvando dopo pochi minuti su un colpo di testa. Si va al riposo, soddisfatti per aver assistito ad una autentica battaglia nel fango. Smette di piovere ed il terreno diventa più giocabile. Subito al 10’ una ghiotta occasione per Fanucchi che, liberato da un tocco di De Feo, si trova a tu per tu con Mazzoni, ma non riesce a superarlo e l’estremo respinge in angolo. Occasionissima Livorno al 13’ con un tiro di Maritato a botta sicura deviato in angolo da un difensore. Nella fase centrale della ripresa il Livorno arretra e non riesce più a tenere la squadra alta; la Lucchese potrebbe provare un forcing, ma Galderisi decide di non cambiare nessuno. Il primo cambio arriva al 36’, Gargiulo per Nolè e tatticamente non sposta niente. Al 38’ il nuovo entrato non trova la coordinazione in area, con la porta spalancata. Al 39’ esce Mingazzini e entra Zecchinato, si passa al 3-4-2-1 o 3-4-3. Ma il cambio che crea scompiglio, effettuato tardivamente, è quello del 42’ con Raffini che sostituisce DeFeo. Il nuovo numero nove, in cinque minuti, fa vedere i sorci verdi alla difesa labronica; al 43’ di testa sfiora il bersaglio grosso con la sfera che attraversa tutta la porta e un minuto più tardi vince un rimpallo e, anticipando Mazzoni, devia verso la porta con la difesa che spazza. La difesa del Livorno sembra crollare da un momento all’altro e le occasioni si susseguono; calci d’angolo a ripetizione e ospiti in affanno. L’ultima colossale occasione in pieno recupero, con Mazzoni che si oppone ad un missile di Gargiulo e ad un altro tiro di Bruccini. Finisce con la palla tra le mani del portiere Livornese e con la Lucchese che si morde le mani per aver effettuato tardivamente i cambi; con dieci minuti in più di gara, opinione personale, i rossoneri avrebbero vinto meritando. Ma va bene così…...importante è muovere la classifica ed essere confortati da prestazioni sempre all’altezza. Un sei e mezzo come voto di squadra, con voti più alti per Fanucchi e Bruccini; un bell’otto al Tommaso Nobile, ormai una sicurezza!! In sala stampa si presenta Marco Gonzadi, il quale annuncia novità a breve riguardanti il nuovo assetto societario, con l’ingresso di nuovi soci lucchesi e non, rassicurando sul pagamento di stipendi e contributi previsti per il prossimo 16 febbraio. Pochi discorsi, nessun attacco alle istituzioni, tutto in un italiano semplice (governance??); si apre un nuovo ciclo. Domenica prossima difficile trasferta ad Arezzo, secondo in classifica, dilagante sul terreno di Pontedera contro il Tuttocuoio. Ma la Lucchese non sfigurerà, parola di Galderisi. Giulio Castagnoli

Club Cuore Rossonero A.S.D. - Via Romana, 74-76 54012 Capannori (LU) - C.F 92038650468 P.IVA 02099850469