il primo sito non ufficiale dedicato alla Lucchese

VITERBESE - LUCCHESE 2-0

La Lucchese inciampa a Viterbo e vede allontanarsi una delle rivali, per gli ultimi posti disponibili, nella griglia play off.

Ormai trasferta è sinonimo di sconfitta e i rossoneri perdono la terza partita consecutiva fuori casa, la quarta del girone di ritorno.

La gara, tra due squadre non al top, è stata modesta e priva di spunti fino al 27’ del primo tempo, quando il gollonzo di Cuffa, complice il comunque bravo Nobile, ha rotto il sonnacchioso equilibrio. Nella quasi mezz’ora precedente, niente da segnalare.

Al 31’ un colpo di testa di Dermaku viene parato da Iannarilli, mentre le urla del fine ed educato Camilli entrano nelle case dei telespettatori. Al 33’ un goffo Cecchini si fa saltare da Pandolfi, il quale rimette al centro per un facile tiro di Neglia (tutto solo), ma il giocatore viterbese cicca clamorosamente il pallone; azione da Oratorio.

Al 39’ una punizione insidiosa di Bruccini viene sventata da Iannarilli.

Primo tempo che si chiude con i padroni di casa in vantaggio.

In apertura di secondo tempo Raffini calcia alto da buona posizione e al 53’ Nobile si riscatta parzialmente andando a chiudere su Falcone.

Dopo un’ora di gioco la Lucchese batte il suo primo calcio d’angolo, che non darà nessun seguito.

Al 60’ Nobile conferma di non essere in giornata uscendo a vuoto su calcio d’angolo, con Jallow che non aspettandosi il regalo mette fuori di testa a porta vuota. Al 67’ c’è una ghiotta occasione con Falcone e al 68’ Neglia raddoppia con un tiro a incrociare, nel sette, dopo aver uccellato Cecchini.

La Lucchese si sveglia dal torpore quando mancano poco più di dieci minuti alla fine; al 34’ Fanucchi impegna severamente Iannarilli con un tiro da fuori area, al 38’ Bragadin manda di poco sopra la traversa di testa, al 40’ Merlonghi impegna l’estremo di casa prima che Fanucchi (ancora il migliore dei rossoneri) si veda respingere sulla linea il tiro a botta sicura, al 90’ Bruccini, solo davanti al portiere, rimette stranamente nel mezzo invece di tirare a botta sicura.

La gara non ha più niente da dire, con la Lucchese che esce ancora una volta battuta in trasferta; oltre ai limiti in fase offensiva, dove possono essere valide le attenuanti riguardanti la perdita di Forte e di Terrani, preoccupa l’involuzione di tutta la fase difensiva e qui di attenuanti non ce ne sono. Oltre alle tre sconfitte consecutive in trasferta, preoccupano gli otto gol presi (e potevano essere molti di più……..) soprattutto con squadre di bassa classifica.

Molte insufficienze con un voto di squadra intorno al cinque; sufficienza piena soltanto per Fanucchi il quale canta e porta la croce, correndo come un ventenne.

Non c’è versi…...a questa squadra manca anche una continuità di prestazioni e il periodo, escludendo la striminzita vittoria sul Pro Piacenza (rimasto sul pullman o forse appagato, leggi lo 0-0 odierno contro la mediocrissima Lupa Roma….) non è dei migliori.

La società sta lavorando, cercando di recuperare ai danni che qualcuno ha fatto; ogni giorno spunta fuori un problema legato ad una gestione fatta a “membro di segugio” o a cazzo di cane, come preferite.

In questo periodo ci sarebbe bisogno di prestazioni con la bava alla bocca (il risultato può venire o meno), per cullare il sogno play off, invogliare la gente a venire allo stadio e avvicinare potenziali nuovi soci.

Se qualcuno ha il mal di pancia, alzi la mano e lo dica…….

Se qualcuno ha preso accordi particolari con chi non c’è più…...cazzi suoi…..

E’ un peccato esserci già dimenticati la Lucchese brillante, arcigna, solida, battagliera, di poche settimane fa…..

Giulio Castagnoli

Club Cuore Rossonero A.S.D. - Via Romana, 74-76 54012 Capannori (LU) - C.F 92038650468 P.IVA 02099850469