il primo sito non ufficiale dedicato alla Lucchese

RENATE - LUCCHESE 0-0

La Lucchese pareggia sul pessimo terreno del “Città di Meda”, non subisce reti, interrompe la serie di tre sconfitte esterne consecutive….e già queste sono notizie!

Il dopo Galderisi riparte con un pareggio che, probabilmente, servirà a poco in chiave play off visto che adesso la distanza dall’ultimo posto al sole è di cinque punti.

Sia Lucchese che Renate sono due squadre convalescenti, entrambe reduci da sconfitte esterne, entrambe con diversi elementi fuori per squalifiche ed infortuni; la gara è veramente brutta e lascia a desiderare anche sotto l’aspetto agonistico, prova ne sia che il solo Maini è finito sul registro dei “cattivi”.

Alla Lucchese, o meglio a Mister Lopez, non si poteva chiedere di più; in appena tre giorni, è impossibile risollevare una squadra dal torpore nel quale è finita. Le tre sconfitte esterne consecutive, con otto reti al passivo rimediate in larga parte con squadre di bassa classifica, danno la dimensione della condizione psico-fisica dei rossoneri la quale, in aggiunta, non aiuta a mascherare certi limiti (di categoria) di alcuni giocatori.

La cronaca è veramente scarna, ma ai punti avrebbero meritato di vincere i rossoneri che sono andati vicini al gol al 6’ con Tavanti (clamoroso il suo errore davanti a Cincilla), al 18’ con De Feo che scheggia il palo a portiere battuto, al 41’ con Maini che impegna Cincilla, ancora con Tavanti (46’) il cui tiro a botta sicura viene mandato in angolo dall’estremo di casa e al 67’ con Fanucchi che, pressato, conclude debolmente di testa e Ciancilla salva quasi sulla linea.

Il Renate? Non pervenuto…..

I padroni di casa, imbattibili sul proprio terreno dove la sola Cremonese è riuscita a portare via l’intera posta, non mettono mai in apprensione la difesa rossonera e non si ricordano azioni pericolose; per Nobile un pomeriggio di assoluto relax.

Ci sono comunque note positive da estrapolare dalla trasferta in terra lombarda; la porta imbattuta, una difesa che ha commesso poche sbavature e una fase offensiva che ha portato a sfiorare due/tre volte il bersaglio grosso.

Un sei come voto di squadra, con le buone prestazioni di Tavanti (un gran corridore al quale manca il colpo finale, che meriterebbe) di Bruccini e di Fanucchi (ancora il migliore, continuamente oggetto di falli, grande umiltà al servizio della squadra); anche qualche insufficienza.

Non c’è tempo per riflettere; martedì ci sarà la gara con la Racing Roma, sconfitta anche oggi in casa e sicuramente la peggior squadra del girone. La vittoria è d’obbligo per cullare ancora le poche speranze rimaste in chiave play off.

E’ veramente un peccato essere scivolati dal quinto all’undicesimo posto in pochissimo tempo; il filotto negativo degli ultimi due mesi è stato sconcertante ed ha portato all’esonero di mister Galderisi.

L’obbiettivo di stagione è cambiato in corso d’opera; dagli sbandierati play off si è passati alla salvezza della società (o qualcuno preferiva davvero ripartire dall’altrettanto sbandierato campionato di Eccellenza??).

La società è salva, la categoria pure; grazie a chi si è frugato e grazie anche a mister Galderisi.

Tutto quello che verrà (se verrà…) in più, sarà ben accetto.

Di sicuro…….”The show must go on”…….

Giulio Castagnoli

Club Cuore Rossonero A.S.D. - Via Romana, 74-76 54012 Capannori (LU) - C.F 92038650468 P.IVA 02099850469