il primo sito non ufficiale dedicato alla Lucchese

PISTOIESE - LUCCHESE 1-1

Pistoiese – Lucchese, storia di un pareggio annunciato.

Al “Marcello Melani” va in scena un derby a interesse ridotto, prova ne sia che gli spalti sono semivuoti e da Lucca sono arrivati settanta-ottanta tifosi. Entrambe lottano ormai per un obbiettivo minimo: gli “orange” per il mantenimento della categoria evitando i play out, i rossoneri per raggiungere l’ultimo posto possibile per disputare i play off (stasera agganciati, complice la sconfitta della Pro Piacenza nel derby).

Poco da segnalare in un primo tempo dove comunque le squadre provano a vincere; un’occasione pistoiese ad inizio gara e un paio di conclusioni deboli di De Feo, prima del bel gol di Cecchini (24’). L’esterno converge da sinistra e lascia partire un bel tiro sul palo lontano, con il piede “di scorta” (il destro), che si insacca. I padroni di casa si spengono e sbattono contro il muro lucchese; i ragazzi di Lopez rinculano e si difendono con ordine portando tutti i dieci effettivi dietro la linea della palla. Il primo tempo si chiude in vantaggio, senza troppe preoccupazioni per una buona Lucchese.

Raffini rimedia una botta, non rientra in campo e si capisce subito che per la Lucchese non sarà semplice tenere botta, senza nessun riferimento offensivo centrale, di ruolo. Infatti la Pistoiese inizia forte e schiaccia nella propria area Espeche e compagni; molti cross radenti e diversi calci d’angolo, con i rossoneri che, com’era prevedibile, non tengono più palla. E’ un monologo arancione ed il pari è nell’aria; Rovini prende palla sulla destra, converge, salta Cecchini (che gli da troppo spazio..) e conclude sul primo palo, con Nobile che si fa sorprendere.

Sulle ali dell’entusiasmo (anche se di entusiasmo ne abbiamo visto ben poco….) la Pistoiese prova a spaventare una rintanata Lucchese; ci prova fino verso il 20’, poi la partita termina e per i restanti 25-30 minuti, compreso il recupero, si assiste ad una pantomima che indispettisce la curva di casa. Cori dei tifosi per avvertire i giocatori che la loro pazienza era finita (“c’avete rotto il ca...”) e grida “venduti” accompagnano uno stucchevole tiki-taka fine a se stesso e il gioco delle squadre passa da verticale ad orizzontale.

Nessuno si sogna di punzecchiare l’avversario e quando il bravo arbitro, Sig. Viotti di Tivoli, emette il triplice fischio una bordata di fischi piove sulle squadre in campo.

Alla Lucchese il pari va più che bene; in una situazione di assoluta emergenza, senza nessun centravanti di ruolo e con Fanucchi squalificato, non poteva fare di più.

Un sei come voto di squadra, con ancora alcune insufficienze controbilanciate dai buoni voti di Dermaku, Bruccini, Cecchini e De Feo.

La Lucchese non è ancora guarita, sia chiaro; oltre ai problemi tecnici noti, c’è una condizione psico-fisica insufficiente e problemi di organico legati ad infortuni e/o squalifiche.

La gara di stasera era un pareggio annunciato…….possiamo provare ad annunciare una vittoria nella gara di giovedì sera, contro un Siena che le sta perdendo tutte?

Giulio Castagnoli

Club Cuore Rossonero A.S.D. - Via Romana, 74-76 54012 Capannori (LU) - C.F 92038650468 P.IVA 02099850469