il primo sito non ufficiale dedicato alla Lucchese

VITERESE - LUCCHESE 2-2

Una buona Lucchese si fa rimontare due volte e conquista soltanto un pari nella comunque difficile trasferta in terra laziale.

Peccato, perché con un po' più di attenzione sarebbero potuti arrivare altri tre importantissimi punti, che avrebbero proiettato i rossoneri in sesta posizione.

La gara non è stata bellissima anche per le pessime condizioni del terreno di gioco; fare fraseggi, palla a terra, è praticamente impossibile. Dopo una fase di studio, sono gli uomini di Lopez a farsi pericolosi con un angolo a rientrare, del solito Arrigoni, che si stampa sulla traversa; dopo pochi minuti è Merlonghi a calciare di poco a lato da buona posizione.

Nell’unica occasione dove la Viterbese si presenta ai sedici metri, Razziti impegna severamente Albertoni che sfodera un grande intervento.

Quando manca pochissimo alla fine della prima frazione, Damiani calcia forte dal limite su azione d'angolo, la palla viene toccata da De Vena per il vantaggio rossonero.

Gol di Damiani o gol di De Vena? Poco importa, quello che conta è che la Lucchese sia passata in vantaggio!!

Soltanto il thè caldo, di Caressiana espressione, divide il gol della Pantera dal pari dei padroni di casa; al 1’ della ripresa, infatti, Razziti pareggia con la difesa rossonera ancora….negli spogliatoi.

Un gol evitabilissimo che ridà animo agli uomini del Presidente Camilli. Ora la Viterbese ci crede e spinge, ma al 15’ Nolè gela ancora una volta il pubblico di casa, riprendendo una palla sporca e girandola in rete; un bel gol, contestatissimo (a torto…) dai padroni di casa.

Lucchese ancora in vantaggio e si assapora un’altra vittoria in trasferta.

Purtroppo, però, vengono ancora fuori i difetti della squadra priva, nei momenti di difficoltà, di un attaccante in grado di tener palla e far respirare i compagni; nessun elemento in rosa ha quelle caratteristiche e i rossoneri soffrono tremendamente.

Pur senza creare particolari problemi i laziali schiacciano Nolè e compagni e trovano il gol del pari su errato disimpegno di Merlonghi in uscita; il cross di Sini, trova Caliento sbucato dietro le spalle a Baroni. Altro gol evitabilissimo, ma questa squadra non ha certo la difesa come cavallo di battaglia, se è vero com’è vero che ha subito almeno una rete in nove gare, su dodici disputate.

Anche la sfortuna, sotto forma di infortuni, ha messo il bastone tra le ruote ai rossoneri; Capuano sostituito, Maini con una spalla quasi immobile, Tavanti fermo ai box, Arrigoni incerto fino all’ultimo momento e Bortolussi con un piccolo problema muscolare…...possono bastare?

Un sei più come voto di squadra con Nolè, Arrigoni ed il giovane Damiani che meritano mezzo punto in più. All’orizzonte due gare casalinghe; per carità...non chiamiamole le “gare della svolta”, come ha ricordato giustamente Capitan Nolè! Sicuramente due gare con due squadre abbordabili (Prato e Alessandria) con, stavolta, il vantaggio di riposare due giorni in più rispetto ai lanieri e magari cercare di recuperare qualche acciaccato.

Il campo, l’unico giudice, ci dirà se la Lucchese riuscirà a trovare quella continuità che le permetterebbe di stazionare in posizioni di classifica di tutto rispetto.

Giulio Castagnoli

Club Cuore Rossonero A.S.D. - Via Romana, 74-76 54012 Capannori (LU) - C.F 92038650468 P.IVA 02099850469