il primo sito non ufficiale dedicato alla Lucchese

ARZACHENA - LUCCHESE 1-2

La partita perfetta.

La Lucchese esce con tre punti pesantissimi dal “Nespoli” di Olbia e lo fa con i giocatori contati e con le sole armi che restano. Spiegate a mister Giorico, allenatore dei padroni di casa, con quale “fortuna” i rossoneri si presentavano in terra sarda; assenti per infortunio Capuano, Nolè, Damiani, Del Sante, Bortolussi e con alcuni uomini della panchina non al meglio.

Mister Lopez fa di necessità virtù, non si lamenta mai degli assenti e tira dritto per quel progetto calcistico che prevede la sua squadra giocare sempre a calcio, qualsiasi sia l’avversario, in casa come in trasferta.

Contro una buona Arzachena, classica squadra neo promossa che mette la gara anche sul piano fisico, i rossoneri giocano con intelligenza. I primi minuti sono di studio, ma al 15’ Curcio rompe gli equilibri e porta la sua squadra in vantaggio; bellissimo quanto fortunato il numero di Sanna (tacco sinistro e tacco destro) per liberare al tiro il compagno, con il bolide che trafigge Albertoni infilandosi sotto la traversa.

La Lucchese reagisce subito e per poco Fanucchi non pareggia, ma Ruzittu recupera posizione e pallone quasi sulla linea di porta. Poco o niente fino al 34’ quando Cardore si procura un rigore nettissimo; il difensore di casa entra in modo ingenuo sul centrocampista rossonero, con l’arbitro a due metri. Batte Fanucchi che spiazza l’estremo di casa e riequilibra la gara.

Nei restanti minuti della prima frazione soltanto quattro cartellini gialli sventolati a Nuvoli, Magli, Baldanzeddu ed Espeche; l’ex rossonero meriterebbe il rosso (gomitata in faccia ad Arrigoni) e l’arbitro sembra estrarre il cartellino, ma nel parapiglia preferisce ammonire Espeche e lo stesso Baldanzeddu.

Nella ripresa la Lucchese cerca di contenere la supremazia territoriale dei padroni di casa e non rischia praticamente niente; ancora nervosismo in campo e tanti calci d’angolo per l’Arzachena (alla fine saranno nove, contro nessuno dei rossoneri). Lopez, con i pochi cambi a disposizione, si inventa Cecchini interno e Baroni esterno di centrocampo.

Nel momento di maggior sforzo dei sardi, nel tentativo di portare a casa l’intera posta, Fanucchi si infila su un passaggio “morto” di Baldanzeddu, punta i difensori, si allarga a lascia partire un tiro precisissimo che gonfia la rete nell’angolino, sotto la curva che ospita una cinquantina di stoici tifosi rossoneri. E’ il gol vittoria!

Un sei e mezzo come voto di squadra, con Fanucchi che merita otto; buone le prove della difesa in blocco, di Merlonghi e di Arrigoni.

Purtroppo Fanucchi è stato ammonito e verrà squalificato; il giocatore, oltre alle doti tecniche e fisiche, ha anche un grande temperamento e quando le partite si infiammano è uno dei pochi che si esalta. Qualche cartellino va messo in preventivo.

La vittoria porta i rossoneri solitari al quarto posto, ma con tutte le squadre che devono giocare domani e con molte squadre che hanno già riposato.

Menzione particolare ai ragazzi (e non) che si sono sobbarcati un viaggio lunghissimo e hanno tifato facendo giocare la Lucchese in casa.

E, per finire, un appello: conoscete qualcuno che possa clonare Fanucchi?

Giulio Castagnoli

Club Cuore Rossonero A.S.D. - Via Romana, 74-76 54012 Capannori (LU) - C.F 92038650468 P.IVA 02099850469