il primo sito non ufficiale dedicato alla Lucchese

PRO PIACENZA - LUCCHESE 1-0

Non ci resta che piangere……

La Lucchese esce battuta dal “Garilli” di Piacenza, ma quello che amareggia la città non è tanto il risultato in terra lombarda, quanto le ultime vicende societarie.

Ma andiamo con ordine.

I rossoneri perdono (1-0) contro il Pro Piacenza, dopo una gara giocata non bene e dove i ragazzi di Lopez non si sono mai fatti veramente pericolosi. I padroni di casa sfruttano un errore di Capuano, forse non ancora al meglio dopo l’infortunio, realizzando un calcio di rigore con Alessandro, ahimè, vecchia conoscenza.

Inutile aggiungere che sulla prestazione, ha sicuramente inciso il teatrino societario, terminato indegnamente con la firma di un preliminare.

Un cinque come voto di squadra, con sufficienza piena per Albertoni, Merlonghi, Baroni, Damiani e Fanucchi.

Si sta avviando al capolinea (in tutti i sensi….) la vicenda societaria; tra una bugia e l’altra, tra dichiarazioni fasulle, ma soprattutto tra l’incredulità dei tifosi, è arrivata la notizia di un preliminare firmato tra Lucchese Partecipazioni e due avvocati (mi dicono, più precisamente, tra un avvocato e mezzo…..) per la cessione della società.

Premettendo che in questa vicenda hanno perso miseramente (chi più e chi meno) tutti, proviamo ad analizzare gli “attori” principali di questa macabra telenovela costellata, appunto, da una serie di pessime puntate.

Dell’Amministrazione Comunale, cosa dire?

Ricordo ai più, che il primo mandato del Sindaco Tambellini fu, tra le altre cose, caratterizzato dal fatto di non aver nominato un Assessore allo Sport, cercando di recuperare, in seguito, con una nomina. Già poteva bastare per capire quale importanza rivestisse lo sport per la neo-giunta….. L’Amministrazione stessa, è stata avvertita più volte del pericolo incombente che avventurieri senza scrupoli si stessero avvicinando alla Lucchese; hanno, tra tutti, colpevolmente sottovalutato il pericolo e, sempre ammesso che abbiano fatto qualche tentativo, sono chiaramente arrivati “lunghi” chiudendo la stalla quando ormai il bue era….macellato!! La tiritera del Progetto scritto, proposto a Lucchese Partecipazioni e la conseguente attesa di una risposta, sollecitata guarda caso proprio poche ore prima che avvenisse la firma del preliminare, non ha convinto nessuno. Vogliamo parlare della Nota, scritta probabilmente da un alunno di seconda elementare, dove l’Amministrazione augura “...buon lavoro ai futuri nuovi proprietari...”? Ci voleva un altro impegno e, soprattutto, un altro impeto. Ridicoli.

Dei soci di Lucchese Partecipazioni, cosa dire?

Hanno, a suo tempo, salvato capra e cavoli….ma questo non autorizzava un finale del genere; anzi, qualcuno andava dicendo che per la vendita della società, sarebbero stati trovati gli interlocutori giusti, i migliori, in grado di dare un futuro roseo. Alla faccia del cazzo!! Hanno permesso, all’unico socio non competente in materia e non appassionato di calcio, di diventare il socio “forte” e quando il socio da forte é diventato fortissimo (cioè l’unico in grado, economicamente, di parare il colpo) è stato l’inizio della fine. Frizioni interne hanno completato l’opera e c’è stato, soprattutto negli ultimi mesi, un ammutinamento generale. Alla fine sono rimasti quelli che, sommandosi, raggiungevano la maggioranza incluso chi aveva potere di firma. Domanda: avete capito perché nessun imprenditore si è interfacciato direttamente (e soprattutto seriamente) con i soci di Lucchese partecipazioni?

Dei nuovi probabili proprietari, cosa dire?

Premesso che il fatto che siano pisani, è l’ultimo dei problemi (e ho detto tutto…) si evidenzia, dalle prime dichiarazioni rilasciate a testate on-line, che probabilmente C.M. e C.C. parlano due lingue diverse. Si parte da C.M. che tra un “...preferisco non rispondere...”, “...abbiamo iniziato per curiosità...” (?????), “…..non lo so, non ho idea….”, ….boh, vedremo….”, dimostra di avere le idee chiarissime!! Sa di avere dietro “una piccola cordata”, con imprenditori pisani e non, ma “non ha idea” se ci sarà Pietro Belardelli che, mentre vi scrivo, ha rilasciato un’intervista ad un quotidiano on-line, dicendo di essere pronto ad entrare “...se i tifosi e la città mi vogliono….”. La risposta è fin troppo scontata………… Da schiantare da ridere…… Ma peggio fa il suo socio C.C. quando dichiara “...a gennaio faremo 4/5 innesti nei vari ruoli per arrivare velocemente alla salvezza….” Peccato che la Lucchese sia nelle zone alte della classifica ed abbia raggiunto la quinta posizione senza sei/sette titolari…. Un consiglio per il futuro: quando comprate una squadra di calcio, informatevi...o almeno guardate la classifica!!!!!!

Con queste prerogative, senza considerare i nomi di eventuali collaboratori già usciti (ma peggio sarebbero quelli non ancora usciti…..), possiamo tranquillamente iniziare il De Profundis. La Lucchese, nella migliore delle ipotesi, finirà in mani incompetenti (il curriculum di certi personaggi è da brividi!) con nomi famosi soltanto per aver fatto danni ovunque si sono affacciati. Ringraziando sentitamente tutti gli “attori” di questa pantomima….non ci resta che piangere!

Giulio Castagnoli

Club Cuore Rossonero A.S.D. - Via Romana, 74-76 54012 Capannori (LU) - C.F 92038650468 P.IVA 02099850469