il primo sito non ufficiale dedicato alla Lucchese

LUCCHESE - ARZACHENA 2-2

Fanucchi crea, gli altri distruggono.

Questo, in sintesi, il commento dell’ennesima brutta gara giocata dalla Lucchese al Porta Elisa; una gara come tante, approcciata come un’amichevole e se i rossoneri hanno vinto soltanto tre gare casalinghe e non vincono tra le mura amiche da oltre cinque mesi, sono giustificati anche qualche “vaffa” provenienti dalla gradinata.

Siamo talmente spenti e depressi, come tifoseria, che ormai ci va bene tutto; quello che non sopportiamo proprio è l’atteggiamento moscio, indisponente, di chi fa del gioco del calcio il proprio mestiere. In molti lo fanno male ma non essendo (il calcio) un’azienda, del vero senso della parola, nessuno viene licenziato.

Un primo tempo da piangere in casa rossonera e oggi c’è anche la scusa del primo caldo. Altro che gare da vincere per cullare il sogno play off! Ci andranno, molto probabilmente, una neo promossa (il Monza) e due squadre che avranno avuto un budget limitato, come la Lucchese, vale a dire il Pontedera dei miracoli (già salvo, con +4 sui rossoneri e avendo già riposato) e, udite udite, l’Olbia (+5 sui rossoneri, con una gara in meno e avendo già riposato).

Lucchese in svantaggio su un tiro da fuori area deviato da Capuano. La passeggiata al Valium della prima frazione termina 0-1, con i rossoneri mai visti in zona offensiva.

Nella ripresa i ragazzi di mister Niccolai partono un po' meglio, ma la pochezza e la cattiveria sotto porta si manifestano dopo pochi minuti, quando nessuno ha la determinazione giusta per buttare dentro un pallone che ha rimbalzato, più volte, dentro l’area piccola (bravo anche il portiere ospite Ruzzittu).

Poi sale in cattedra “IL GIOCATORE”.

Al minuto 25’ servito in area di rigore con tre avversari addosso, controlla (cosa che non riesce a tutti…), si gira e spara nell’angolo lontano per l’eurogol del pari; tre minuti dopo si procura un rigore (steso nettamente in area) e, stavolta, trasforma con freddezza per il gol del vantaggio.

Siano iniziate le pratiche per la “clonazione”, please.

L’immenso Jacopo da Lucca, da solo, non può certo vincere le partite; avrebbe bisogno anche della collaborazione dei compagni. Infatti, dopo appena cinque minuti, l’intera difesa sta a guardare lo stacco di Vano, per il gol del pareggio.

La Lucchese, che avrebbe dovuto giocare una gara tutta grinta per cullare il sogno play off e per dare una soddisfazione ai soliti “malati”, è durata si e no un quarto d’ora, grazie al GIOCATORE.

Preso il ridicolo gol del 2-2 (ormai di testa da calcio d’angolo non segnano più nemmeno negli amatori) la squadra rossonera torna nel suo torpore. L’onesta Arzachena (neo promossa e costata forse anche meno della Lucchese) si porta via un punto meritato e resta affiancata ai rossoneri, ma ha già riposato.

Un cinque come voto di squadra, con Fanucchi da otto, Arrigoni da sette, sufficienze per Bertoncini e Damiani; sul resto stendiamo un pietoso velo...

Dispiace, perché nella mediocrità generale di questo pessimo girone, sarebbero bastate cinque-sei partite approcciate con la voglia e la determinazione per entrare nei play off e fare un campionato da sesto, settimo posto; ma evidentemente, oltre ai valori tecnici, servono altri valori che questa squadra ha a intermittenza...proprio come le luci dell’albero di Natale….una gara si, due no…..una gara si, una no…...due gare si, una no…..e così via…….

Per fortuna è quasi finita.

Giulio Castagnoli

Club Cuore Rossonero A.S.D. - Via Romana, 74-76 54012 Capannori (LU) - C.F 92038650468 P.IVA 02099850469