il primo sito non ufficiale dedicato alla Lucchese

LUCCHESE - PISA 0-1

Peccato……..

Una Lucchese non in linea con le ultime prestazioni, cede il passo ad un Pisa cinico e fortunato; par la legge dei grandi numeri, i nerazzurri avrebbero interrotto il filotto negativo (due sconfitte consecutive) e i rossoneri avrebbero interrotto il filotto positivo (tre vittorie consecutive) ma, onestamente, il pari avrebbe rispecchiato più fedelmente quello che si è visto in campo.

Non a caso il portiere Gori è stato il migliore in campo.

La Lucchese inizia timorosa, forse troppi elementi ancora giovani non sono abituati a certe sfide e la pressione, paradossalmente, era tutta sui giovanotti di Favarin. Il Pisa, pur non facendo niente di trascendentale, inizia meglio e Marconi impegna Falcone (4’), ma la parata di giornata la compie Gori che si oppone da campione ad un tiro a botta sicura, destinato in fondo alla rete, di Sorrentino (16’).

Lisi, sull’out di sinistra dell’attacco pisano, fa quello che vuole e i rossoneri non riescono a trovare le contromisure; Lombardo non ha il passo per contrastarlo nell’uno contro uno e sono molte le palle che l’esterno pisano riesce a mettere nel mezzo. Sull’ennesima scorribanda gli ospiti guadagnano un calcio d’angolo, sul quale è abile, quanto fortunato, Marconi che di tacco devia in fondo alla rete (22’).

La gara è, come ovvio, molto spezzettata e non bellissima; prima della fine del primo tempo c’è spazio per l’infortunio di Mauri (e peserà tantissimo, poiché il sudamericano è il più lucido del centrocampo….) per l’ammonizione (gratuita) di Martinelli e per l’ennesima parata di Gori, su colpo di testa di Sorrentino.

Parte meglio la Lucchese nella ripresa; Gori si oppone a Lombardo e i rossoneri sembrano nelle condizioni di poter effettuare un forcing nel tentativo di rimettere la gara sul (giusto) pari, ma quando l’insufficiente arbitro, Sozza di Seregno, sventola il secondo giallo a Martinelli si capisce che sarà durissima.

Paradossalmente la Lucchese trova nuove energie e prova ad attaccare un Pisa “operaio”, che difende in dieci dentro l'area sui calci piazzati .

Negli ultimi quindici minuti succede di tutto (Pisa sulle gambe) con la Lucchese che sfiora il pari su punizione di Lombardo (32’), il cui tiro viene salvato sulla linea a portiere battuto, con Zanini che spara alto una specie di rigore in movimento, con Falcone che salva su Izzillo (36’), con un gol annullato al Pisa dopo un ridicolo conciliabolo tra l’arbitro ed il guardalinee e con una girata in area di Gabbia deviata, con la palla che ha lambito il palo.

Finisce con la vittoria del Pisa; mister D’Angelo si prende i tre punti e, giustamente, parla di “gara equilibrata, decisa dal gol...”. La Lucchese si lecca le ferite e, sicuramente, ripartirà più convinta di prima.

Un cinque e mezzo come voto di squadra, con prestazioni convincenti da parte di Favale (spiritato) e di Sorrentino (l’unico pericoloso in avanti); qualche insufficienza, ma non è il caso di drammatizzare.

Il campionato della Lucchese, non prevede la vittoria dello stesso; l’aver giocato alla pari, a tratti anche meglio, con un Pisa costruito (come tutti gli anni…) per vincere, deve dare morale a questa giovanissima squadra.

Buona la risposta del pubblico, a dimostrazione che Lucca ha ancora molta voglia di calcio.

Nessun dramma, nessun processo; abbiamo perso immeritatamente una battaglia, non la guerra!!

Forza Pantera!!

Giulio Castagnoli

Club Cuore Rossonero A.S.D. - Via Romana, 74-76 54012 Capannori (LU) - C.F 92038650468 P.IVA 02099850469