il primo sito non ufficiale dedicato alla Lucchese

LUCCHESE - SIENA 2-3

Da non credere!

La Lucchese butta via una probabile vittoria, dopo un rocambolesco recupero e, addirittura, resta a bocca asciutta perdendo malamente nel finale.

Ma andiamo con ordine. Il Siena parte molto meglio e si fa subito pericoloso, mentre i rossoneri, con la difesa inedita (debutto di Madrigali), sembrano risentire delle scorie del derby perso immeritatamente contro il Pisa.

Un uno-due micidiale dei senesi, tra l’undicesimo ed Il sedicesimo minuto del primo tempo, confeziona un parziale che avrebbe potuto stendere un toro, con una Lucchese completamente in bambola.

Forse gli ospiti credono di aver già vinto, vista la facilità con la quale si sono portati sul doppio vantaggio e si mettono a sbagliare l’impossibile in difesa; prima del pari di Madrigali, un retro passaggio sanguinoso di un difensore mette Provenzano solo davanti l’estremo Contini (di proprietà del Napoli) ma il centrocampista rossonero si fa ipnotizzare e calcia addosso al portiere in modo che peggio era difficile fare.....

Un minuto dopo Madrigali accorcia su azione d’angolo.

Al 38’ pareggia Sorrentino su cross di De Feo e la gara torna incredibilmente in parità!!

Nella ripresa i ragazzi di Favarin giocano e creano diverse occasioni, mentre gli ospiti non si rendono più pericolosi; azioni su azioni, cross e buone trame.

Quando al 31’ l’incerto arbitro Clerico di Torino assegna un netto rigore alla Lucchese, si pensa che la rimonta sia meritatamente completata; in assenza del rigorista Lombardo, dovrebbe essere Sorrentino ad incaricarsi della massima punizione, ma sul dischetto va De Feo (un ex spesso fischiato e per questo schiumante di rabbia verso i suoi ex tifosi....). Il biondo napoletano calcia facendo tutto quello che non si deve fare: chiude sul lato del piede calciante (il sinistro), tirando poco angolato, piano e a mezza altezza.....una manna per il bravo portiere ospite, che respinge facile.

Dal possibile vantaggio, alla topica del 2-3 passano sei minuti; Fabbro in azione personale lascia partire un tiro angolato, ma debole, che beffa un Falcone tuffatosi goffamente e in ritardo. La frittata è completata.

Nel recupero c’è tempo per un altro rigore non concesso alla Lucchese dopo che, in maniera anti sportiva, Isufaj non restituisce la palla (sicuramente non si era reso conto della cosa....) e si invola verso la porta, con Contini che lo stende di brutto; il titubante Clerico di Torino ammonisce Isufaj e inizia un vero e proprio Far West.

Rissa in campo, rissa tra panchine e rissa in tribuna d’onore.

La gara termina qui, con la Lucchese che getta alle ortiche altri importantissimi punti. Un cinque e mezzo come voto di squadra, con Favale, Mauri e Sorrentino che meritano un buon voto.

Mister Favarin dice che siamo puniti dagli episodi e mi trova completamente d’accordo. In un campionato equilibrato come questo, la differenza la fanno i particolari; un pallone calciato in tribuna, una furbata, un gol clamorosamente sbagliato, un rigore sbagliato, un’indecisione causata da un attimo di deconcentrazione.

Su queste cose, secondo me, si deve lavorare, perché i punti persi cominciano ad essere macigni.

Massima concentrazione e pronto riscatto!!! Forza Pantera!!!

Giulio Castagnoli

Club Cuore Rossonero A.S.D. - Via Romana, 74-76 54012 Capannori (LU) - C.F 92038650468 P.IVA 02099850469