il primo sito non ufficiale dedicato alla Lucchese

PRO PATRIA - LUCCHESE 2-2

Se la Lucchese potesse scegliere, al posto dei calci piazzati sarebbe meglio avere rigori contro, visto che da ormai tre gare consecutive esiste un’equazione non scritta: calcio piazzato contro = gol.

Ancora due punti buttati e questa volta esplode l'ira di mister Favarin.

Lombardo non è al cento per cento e il trainer rossonero "approfitta" dell'assenza (il bravo laterale è comunque in panchina) per lanciare dall'inizio Zanini sull'out di destra e per tornare ad un più robusto 3-5-2, con Sorrentino sacrificato di turno.

La partita non decolla; i bustocchi hanno una mezza occasione nei primi minuti, ma sono i rossoneri a passare in vantaggio con un gol rocambolesco (autorete?) dopo punizione di De Feo (20’). Nemmeno il tempo di gioire e la Pro Patria pareggia; calcio d'angolo regalato dai rossoneri, difesa ferma e gol di testa di Zaro sul secondo palo.

Tutto da rifare, ma la Lucchese ha un atteggiamento troppo soft; le seconde palle sono tutte preda dei padroni di casa che, onestamente, sono niente di trascendentale ma ci mettono più grinta. Il brutto primo tempo finisce in parità, senza che le coronarie dei tifosi subiscano particolari stress.

Ad inizio ripresa De Feo porta in vantaggio i suoi (4') dopo un bell'assist di Sorrentino, subentrato all'acciaccato Bortolussi, con una rasoiata dal limite dell'area. Ora la Lucchese gioca meglio e potrebbe chiudere il match, ma su perfetto cross dalla destra di Zanini, Sorrentino arriva in spaccata e manda di poco fuori (13').

Al 25' altro calcio d'angolo regalato dai rossoneri (nessuno che urla in difesa, per avvertire che il compagno è solo e non serve che butti la palla in angolo......) e altro gol preso a difesa schierata, su calcio piazzato, per il pareggio definitivo. La Lucchese non creerà più niente ed i padroni di casa cercano un mini forcing finale, nel quale è bravo Falcone a togliere dal sette un tiro quando eravamo nel recupero; sarebbe stata l'ennesima beffa da zero punti.

Il punto invece, a cose normali, poteva essere considerato positivo se, grazie al "fenomeno e ai tre giullari", i rossoneri avessero i punti guadagnati sul campo.

Un cinque e mezzo come voto di squadra, con sufficienze piene per De Feo (autore di un gol e mezzo) e per Falcone (determinante sul finale di gara) con troppi giocatori sotto tono.

Alla fine mister Favarin è sbottato. Preoccupante il fatto che i rossoneri abbiano subito cinque gol in tre partite, su azione da calcio piazzato, quattro da calcio d'angolo. Un record, ovviamente negativo!

Il mister va giù peso, imputando nell'atteggiamento la causa degli ultimi risultati negativi. Sicuramente gli episodi vanno portati a proprio favore con una maggiore attenzione. I punti buttati sono troppi e la classifica, domenica dopo domenica, inizia a far paura. Serve maggiore attenzione ai particolari, serve tornare a vincere con convinzione fregandocene degli applausi degli avversari.

Alla Lucchese servono punti a partire da domenica prossima, dove sarà possibile un solo risultato: LA VITTORIA!!!

Forza Pantera!

Giulio Castagnoli

Club Cuore Rossonero A.S.D. - Via Romana, 74-76 54012 Capannori (LU) - C.F 92038650468 P.IVA 02099850469