il primo sito non ufficiale dedicato alla Lucchese

PIACENZA - LUCCHESE 1-0

Arriva la prima sconfitta esterna per la Lucchese, ma il modo con cui è arrivata lascia più dell’amaro in bocca.

Al “Garilli”, contro una delle corazzate del torneo (stasera il Piacenza è solitario in testa alla classifica) va in scena il solito refrain: pronti-via ed i rossoneri devono inseguire, per il solito, noioso, consueto, banale, monotono errore in fase difensiva.

Ormai gli avversari lo sanno e giocano le gare aspettando l’errore, ieri del singolo, oggi della “fase”, mentre Bortolussi e compagni sono sempre causa del loro destino.

La cosa che fa incavolare, è che la Lucchese ha dominato i padroni di casa, collezionando undici calci d’angolo (contro appena tre del Piacenza), annichilendo gli undici di mister Franzini (nella ripresa in campo c’è stata soltanto la Lucchese), sfiorando in almeno tre occasioni la segnatura e facendo diventare il bravissimo portiere Fumagalli una sorta di eroe di giornata.

Si vede subito che i rossoneri hanno un altro approccio alla gara; non mollicci e timorosi come a Busto o come a Novara e i tre punti restituiti dalla C.A.F. sono una buona iniezione di fiducia per questa ammirevole squadra di giovani. Che però, purtroppo, deve inseguire già dal minuto numero otto, quando Nicco si inserisce, inseguito da nessuno, su un cross dalla destra e fulmina Falcone sul primo palo (8').

Un minuto dopo Jovanovic si divora (è un eufemismo?) in maniera incredibile il gol del pari, mandando sopra la traversa una corta respinta del portiere di casa. Sarà l’inizio di una gara costellata, purtroppo, da una serie di errori per il centravanti rossonero che, ad inizio ripresa verrà sostituito.

La partita, iniziata in maniera scoppiettante, si calma e non si registrano grosse occasioni, ma al 44’ la Lucchese recrimina per un rigore grosso come una casa ai danni di Bortolussi; le immagini televisive evidenziano il clamoroso sgambetto ai danni del capitano rossonero, ma l’insufficiente arbitro Moriconi di Roma sorvola.

Della ripresa abbiamo già detto, con i rossoneri autentici dominatori del campo e le occasioni sono li a dimostrarlo, mentre i padroni di casa si riaffacceranno pericolosamente dalle parti di Falcone soltanto all’85’.

Bortolussi sfiora il palo, a portiere battuto, anticipando il difensore su un cross dalla sinistra (19’), Lombardo si vede togliere la palla dall’angolino, da Fumagalli, dopo un tiro a botta sicura da dentro l’area, ma il portiere di casa il vero miracolo lo compie al 44’, quando toglie dal sette una girata in area di De Feo.

Gli errori (non gli episodi) condannano ancora la Lucchese e la mancanza di uomini di esperienza si vede ad occhio nudo. Eloquente l’ultimo calcio di punizione battuto dai rossoneri nel recupero; tutti in area, ma invece di crossare si è cercato un improbabile (impossibile?) schema che avrebbe dovuto portare al tiro dal limite Zanini, con venti persone in area, davanti la porta!!

Sciaguratamente, ogni gara, si verificano errori madornali da parte di tutti, alternativamente, che sono quasi sempre cause dei risultati; sicuramente incide la giovane età della squadra, ma taluni errori sono causati da mancanza di concentrazione, da frenesia, da supponenza e ci ritroviamo con una Lucchese che merita sempre gli applausi (perché da tutto), sempre i complimenti (perché ha messo in difficoltà tutte le squadre che ha incontrato) ma con pochi punti rispetto a quelli che meriterebbe e questo rischia di diventare il campionato dei rimpianti, a prescindere da come andrà a finire la stagione.

Un sei come voto di squadra, con voti più alti per Zanini (sempre più in crescendo), Bortolussi e De Feo. Impalpabili i cambi, tranne Sorrentino.

La vera finale di Champions, per i rossoneri, sarà domenica prossima quando al Porta Elisa calerà l’Albissola; partita da vincere di prepotenza, senza se e senza ma.

Intanto “Radio Uccellino” parla di probabili novità, a trecentosessanta gradi, a brevissima scadenza. Cosa porterà Babbo Natale sotto l’albero rossonero?

Staremo a vedere….vigili….attenti….

Giulio Castagnoli

Club Cuore Rossonero A.S.D. - Via Romana, 74-76 54012 Capannori (LU) - C.F 92038650468 P.IVA 02099850469