il primo sito non ufficiale dedicato alla Lucchese

PISA - LUCCHESE 0-0

Ancora una volta commoventi, ancora una volta gagliardi, ancora una volta rispettosi dei colori che indossano, ancora una volta più forti di tutto.

L’esatto contrario di certi stomachevoli personaggi che (purtroppo) non muoiono, per ora, soltanto perché riescono a far schifo anche ai vermi che, prima o poi (ma noi tutti speriamo prima...), si ciberanno della loro putrefatta carcassa.

Ma andiamo per ordine.

All’Arena Garibaldi altro derby “vero” tra la favorita squadra di mister D’Angelo e la Lucchese; due squadre costruite con budget completamente diversi, con i nerazzurri che costano almeno cinque volte tanto. Ne esce una gara abbastanza bella, con continui capovolgimenti di fronte grazie, soprattutto, alla tattica di mister Favarin/Langella che non prevede difesa ad oltranza, ma una gara a viso aperto.

Poteva vincere il Pisa che ha avuto tre palle gol nitide, d’accordo, ma poteva vincere anche la Lucchese, che ha avuto due palle gol clamorose; il pareggio, alla fine, è il risultato più giusto che serve a poco ad entrambe le squadre. Per il Pisa due punti persi nel cercare di recuperare posizioni nella griglia play off, per la Lucchese un punto che serve a rimanere ancorati ad un Cuneo in netta crescita.

Un bel sette come voto di squadra, con prestazioni importanti per Falcone (due interventi determinanti), Gabbia e Bernardini.

I ragazzi in casacca rossonera sono stati semplicemente ammirevoli; da settimane sono stati abbandonati da chi aveva garantito loro anche per i romani nel caso (cioè nella certezza) che non avessero adempiuto ai loro doveri.

Ma si sa, nonostante Arnaldo Moriconi li avesse definiti “personaggi seri” davanti a diversi testimoni, sono stati chirurgicamente scovati affinché falliscano al posto della vecchia proprietà. Servirà questa ennesima messinscena?

Ormai alle novelle non ci crede più nessuno……

La speranza di tutta la città, è che non ci credano più nemmeno la Procura della Repubblica, Guardia di Finanza o chi per essi, ma staremo a vedere e, almeno personalmente da cittadino e da tifoso, sarò molto attento. Nel calderone finiranno in tanti, diciamo una decina di personaggi, più o meno ripugnanti.

Non cadiamo nell’errore di incolpare questi tre “raccattati” per quello che sta succedendo, con il fallimento ormai imminente; la colpa ha un nome ed un cognome, ben precisi. Coadiuvato da un altro nome e cognome, altrettanto ben definito e chiaro a tutta la tifoseria.

La città sta aspettando anche le mosse del Sindaco Revisore che, tardivamente, molto tardivamente, ha convocato per il giorno 11 marzo e per il giorno 13 marzo p.v. l’assemblea dei soci; in caso di assenza, libri in tribunale. Ma siamo sicuri che dal cilindro possano uscire altri escamotage per allungare il brodo….staremo a vedere cosa si inventeranno….

Siamo curiosi anche di vedere cosa sta partorendo l’Amministrazione Comunale con quei 25-30 personaggi disposti ad aiutare la Lucchese, ma che niente volevano spartire con la Moriconi e Friends (capibilissimi).

Ovviamente sono settimane che definire bollenti è un eufemismo; sicuramente andranno impagati stipendi e contributi, sicuramente non verrà pagata la multa per quella genialata di fidejussione e tutto imploderà.

C’ha riprovato anche S.Pietro da Roma (ma niente a che fare con il più famoso e rispettabile Simon Pietro) che appare e scompare come un fantasma e che conosce benissimo la risposta della piazza: falliamo tranquillamente, ma con dignità!!

Quella dignità che hanno perso in tanti ma, fortunatamente per loro, ignari del significato.

I tifosi, ormai, sono sereni e la fantastica trasferta di oggi è lì a dimostrarlo. Uniti, appassionati, festosi, dignitosi, un tutt’uno con la squadra, lo staff, la segretaria, l’addetto al marketing, l’addetto stampa. Tutti noi meritiamo un grosso applauso e da noi si deve ripartire.

Per gli altri nauseanti personaggi si sperano periodi poco rilassanti, in attesa dei vermi che, turandosi il naso, si ciberanno del vostro marcio.

Giulio Castagnoli

Club Cuore Rossonero A.S.D. - Via Romana, 74-76 54012 Capannori (LU) - C.F 92038650468 P.IVA 02099850469