il primo sito non ufficiale dedicato alla Lucchese

LIVORNO - LUCCHESE 3-0

Asfaltati!

La serata che vedeva il recupero della gara non giocata, per i tragici fatti del 10 settembre scorso, si rivela una "Caporetto"; troppo forte il Livorno questa sera, al quale la Lucchese ha opposto una resistenza blanda, ma la differenza, abissale, si è vista tutta.

La cronaca vede i labronici sempre nella metà campo lucchese a fare la partita e a creare grattacapi in diverse occasioni; un martellamento continuo che vede Albertoni protagonista in almeno due occasioni clamorose, da aggiungere al gol di Franco e ad un salvataggio sulla linea di Capuano.

Un primo tempo di pura sofferenza, senza un'azione degna di nota e dove il passivo avrebbe potuto essere molto più ampio.

Ad inizio ripresa sembra esserci un risveglio della Pantera, con un paio di occasioni interessanti; sulla prima Bortolussi viene anticipato in angolo, mentre sulla seconda un colpo di testa di Magli, da buona posizione, non trova la porta.

È un fuoco di paglia e i rossoneri non approfittano di un leggero calo dei padroni di casa.

Il Livorno in meno di dieci minuti chiude la gara e stabilisce la reale differenza tra le due squadre; al 19' è Doumbia che schiaccia il povero Bragadin (sempre in sofferenza) e mette in rete di testa, mentre al 27' è Murilo, entrato da pochissimi minuti, a chiudere la contesa.

Troppa la differenza tecnica, troppo lo strapotere fisico e la Lucchese se ne torna con le ossa rotte. La squadra è sembrata anche poco cattiva, ma anche quella è una qualità che si compra......con bei soldoni.

Un cinque come voto di squadra, con sufficienze soltanto per Albertoni, Arrigoni e Bortolussi. Male la difesa, male Del Sante che sembra un pesce fuor d'acqua.

Lunedì prossimo, ad Arezzo, urge un cambio di tendenza.

A livello societario sembrano ore frenetiche, in attesa di un passaggio del pacchetto di maggioranza che sembra ormai imminente; oggi sono usciti alcuni nomi che non dicono assolutamente niente, almeno nel mondo del calcio nostrano.

È arcinoto che nel calcio italico, specialmente in categorie inferiori, amino sguazzare personaggi, comunemente chiamati con il nome di "banditi"; sicuramente le società di calcio non vengono trattate e comprate da Arciconfraternite o da benefattori.

Sono stati fatti numerosi errori di gioventù da parte dell'attuale società, ma questo argomento verrà trattato dal sottoscritto a tempo debito.

Speriamo che almeno venga individuato il "bandito" giusto......

Giulio Castagnoli

Club Cuore Rossonero A.S.D. - Via Romana, 74-76 54012 Capannori (LU) - C.F 92038650468 P.IVA 02099850469