LUCCHESE - CARRARESE 2-2

Una bella Lucchese tiene in scacco una delle migliori formazioni del torneo, va due volte in vantaggio, sbaglia il gol del ko e si deve accontentare di un solo punto, che fa poca classifica , ma molto morale.

Favarin sorprende tutti cambiando modulo e uomini rispetto alla vittoriosa gara di Pistoia; 4-3-3 con De Feo in campo dall'inizio, insieme a Bortolussi e Sorrentino presentando una squadra a trazione anteriore.

La Carrarese è fortissima nel reparto avanzato, mentre è una squadra "normale" a centrocampo e in difesa. Il primo tempo finisce 0-0 con poche occasioni, ma con il pubblico divertito nel vedere, FINALMENTE, una squadra sul pezzo, grintosa, rognosa, tosta, "alla Favarin"!

La ripresa è ancora più scoppiettante; dal 2' all' 8' la girandola di gol che porta la Lucchese due volte in vantaggio. Al 2' segna Gabbia dopo una mischia dove i rossoneri hanno chiesto un calcio di rigore.  Pochi minuti e pareggia Biasci dopo ribattuta di Falcone, ma al 7' Bortolussi si procura un rigore che Lombardo trasforma.

Mister Marchionni butta dentro tutte le bocche da fuoco, Tavano, Maccarone e il giovane Piscopo (autore di una doppietta contro la Juventus U23); gli ospiti avevano chiaramente impostato la gara per venire fuori alla distanza, forse sperando in un calo fisico della giovane Lucchese, ma le Pantere non hanno mollato un centimetro.

Occasioni da una parte e dall'altra con la Lucchese che cerca di assestare il colpo finale, mentre la Carrarese cerca il pari prestando il fianco alle ripartenze lucchesi.

Quando mancano cinque minuti alla fine, la Lucchese perde palla ingenuamente sulla tre quarti d'attacco, sul lancio dalle retrovie la difesa si fa trovare impreparata e Falcone esce completamente fuori tempo (come precedentemente, quando Gabbia ha salvato sulla linea.....) e Piscopo insacca con un pallonetto.

Un vero peccato, perché se è vero com'è vero che il pari non è assolutamente un risultato bugiardo, dispiace aver letteralmente regalato il gol del 2-2 finale.

La Lucchese è una squadra giovanissima, ma se riuscirà a mantenere alta la concentrazione e ad essere sempre grintosa, sarà la mina vagante del torneo e, penalizzazione compresa, riuscirà a togliere delle belle soddisfazioni a se stessa ed alla tifoseria.

Un bel sei e mezzo come voto di squadra, con voti alti per Gabbia (un gol, un salvataggio sulla linea e una buona prestazione), per Provenzano, per Sorrentino. Una citazione a parte merita Mauri; l'esperto centrocampista ha sorpreso tutti, fornendo una grossa prestazione. Un bravo a lui e al mister che ha saputo rigenerare un giocatore con poche presenze alle spalle, nonostante una non più giovanissima età. Farà molto comodo.

Poche ore per ripensare agli errori, per recuperare energie e per buttarsi, senza paura, nel vecchio "Moccagatta" di Alessandria.

Da mina vagante.

Giulio Castagnoli

Club Cuore Rossonero A.S.D. - Via Romana, 74-76 54012 Capannori (LU) - C.F 92038650468 P.IVA 02099850469