LUCCHESE - CUNEO 1-1

Finisce in parità il primo “spareggio”, contro il Cuneo.

I rossoneri stanno in campo per dieci minuti poi, inspiegabilmente, abbandonano la scena mettendosi da parte e lasciando soltanto i piemontesi a fare la partita.

Provando ad analizzare i “perchè” di questa scialbissima prestazione, possiamo soltanto pensare che si sia trattato di una reazione fisica e/o mentale (negativa…) dopo una serie di buone gare disputate; si, perché i ragazzi di mister Favarin sono mancati essenzialmente in quelle caratteristiche (obbligatorie per chi deve fare un campionato a salvezza….) che avevano fermato Carrarese, Alessandria e battuto a domicilio la Pistoiese: corsa, grinta, determinazione e quando la prestazione è insufficiente in tutti gli elementi, significa che è un problema generale.

Il punto è sicuramente un punto guadagnato, se è vero com’è vero che la Lucchese non è stata capace di fare un’azione degna di tal nome, dal gol del vantaggio in poi; forse l’1-0 di De Feo, segnato con un bel tiro dal limite, ha anche illuso la compagine rossonera…

Il Cuneo, specialmente nella seconda frazione, ha dominato in lungo e in largo, sfiorando il gol in almeno altre quattro occasioni con i rossoneri annichiliti, sempre in ritardo sulle seconde palle, sempre in difficoltà nei contrasti, sempre superati in velocità nell’uno contro uno.

Una gara da archiviare in fretta, prendendoci questo punticino che ripaga della prima gara di campionato, dove i rossoneri uscirono sconfitti immeritatamente contro l’Arezzo.

Un cinque come voto di squadra, con nessuna sufficienza; difesa balbettante, in difficoltà continua ogni volta che i cuneesi si affacciavano in avanti, centrocampo statico, sovrastato da forza fisica e velocità e poco attento, attacco, azzerato da Santacroce e soci.

Un passo indietro di tutto il complesso, inutile girarci attorno, forse anche prevedibile; le squadre giovani, in generale, sono facili alle alternanze di prestazioni. La Lucchese, oltre ad essere giovane, è anche composta da tanti elementi che nelle scorse stagioni hanno fatto poche presenze e anche questo conta molto a livello di continuità di rendimento.

Mister Favarin è chiamato ad un duro lavoro.

Abbiamo pareggiato una battaglia, l’importante è ripartire per vincere la guerra!! Forza Pantera!!

Giulio Castagnoli

Club Cuore Rossonero A.S.D. - Via Romana, 74-76 54012 Capannori (LU) - C.F 92038650468 P.IVA 02099850469