LUCCHESE - GOZZANO 0-0

Che sarebbe stata una giornataccia, in generale, l’abbiamo capito appena arrivati allo stadio; tribuna laterale chiusa, causa alcuni pezzi di cemento staccatisi dalla copertura della tribuna. Ora toccherà al Comune di Lucca intervenire, trattandosi di straordinaria manutenzione; è stato giusto chiedere alla Lucchese gli arretrati, con tanto di Decreto Ingiuntivo, ma è altrettanto giusto (obbligato) provvedere alla manutenzione di un bene, tra l’altro, vincolato.

Altra perla: il campo viene segnato da alcuni dirigenti del Vorno (squadra della periferia Lucchese, ma nel Comune di Capannori, che milita in Eccellenza) causa, si dice, malattia……...

In campo, nella prima frazione, si vede poco; Lucchese contratta, con una partenza da brividi, Gozzano intraprendente ma poco pericoloso.

Durante l’intervallo altra mazzata per gli spettatori presenti: la canzone “vincente” del Festival, sparata dagli altoparlanti che, purtroppo, funzionano solo con la musica (mentre quando lo speaker annuncia formazioni o altro, non si sente niente).

Ma il bello, di una giornata tragicomica, deve ancora venire. Entra infatti in scena il pessimo arbitraggio di Maranesi di Ciampino, coadiuvato malissimo dal guardalinee lato gradinata; prima non concede alla Lucchese un rigore clamoroso per fallo di mano in piena area, poi espelle Martinelli reo di aver sbracciato (???) su calcio d’angolo (nessun giocatore a terra, nessun giocatore colpito….), poi non concede un altro rigore, grosso come una casa, per fallo su Bortolussi, poi non vede un colpo proibito di Messias su Mauri, davanti al guardalinee a palla lontana, infine a pochissimi minuti dalla fine, non vede un altra deviazione di mano su tiro a botta sicura di Bortolussi…..o meglio, la vede, ma concede angolo!!

Giornata sfortunata oppure “fa scopa” con altri arbitraggi palesemente contro la Lucchese degli ultimi tempi?? Mah…..?!

Sicuramente non giova il muro contro muro tra la marcia Lega di serie C e l’altrettanto marcia società rossonera. Vediamo cosa partorirà questo testa a testa tra i due “fenomeni”, questione di giorni.

Nella ripresa, comunque, si vede la solita commovente Lucchese, fatta di ragazzi per bene, uomini prima ancora che giocatori. A parte i tre rigori non concessi, Zanini ha avuto la palla del ko a pochi minuti dalla fine, ma il portiere ospite ha ribattuto con il corpo in uscita disperata.

Un sei come voto di squadra, con menzione particolare per Mauri, Zanini e Favale, che meritano un voto più alto. Ci sarebbe (o meglio, c’è...) lo scontro diretto di mercoledì ad Olbia, contro l’Arzachena, ci sarebbe (o meglio, c’è…) la gara di domenica prossima contro l’Entella e poi, molto probabilmente, sarà la fine.

Intanto la società di Moriconi & Friends, in pochi giorni, ha perso pezzi ovunque, in una sorta di fuggi-fuggi generale; hanno abbandonato la nave, in ordine alfabetico:

Benigni Matteo (Commercialista)

Ceniccola Enrico (Consulente)

Roffi Renato (Allenatore settore giovanile)

Romani Matteo (Revisore Unico).

Ormai è una barzelletta, con attori grotteschi al limite della decenza anzi, indecenti.

A parte la questione della fidejussione, con Ghirelli che dice, ma non dice, che minaccia, ma mescola, erroneamente essendo casi completamente diversi, la Lucchese insieme a Cuneo, Matera e Pro Piacenza, ci sono da pagare gli stipendi, mentre proseguono gli incontri (più o meno segreti, ma a questa società non riesce nemmeno fare le cose di nascosto…….) con personaggi, tutti da verificare, interessati ora o in caso di fallimento pilotato durante la stagione.

La sensazione personale è che tutto andrà a ramengo; sono troppe le cose che non vanno, sono troppo vicine alcune scadenze imprescindibili e, soprattutto, non c’è nessun personaggio di spessore in grado di intendere e di volere.

In un’ipotetica equazione di fantasia, certa gente sta al calcio come il sottoscritto alla scienza aerospaziale…….

Giulio Castagnoli

Club Cuore Rossonero A.S.D. - Via Romana, 74-76 54012 Capannori (LU) - C.F 92038650468 P.IVA 02099850469